SCREEN

Layout

Cpanel

Articoli

Trattamento dei nodi

Gli strip ottenuti dalla spaccatura sono decisamente grossi rispetto alla dimensione finale della canna, prima però di procedere alla piallatura devono essere, pazientemente, raddrizzati. Devono essere ridotte o annullate tutte le curve e gli ingrossamenti che si trovano in corrispondenza dei diaframmi del culmo originario.


Nodi
Nodi degli strip prima e dopo raddrizzatura.

Lo scopo è quello di mantenere la continuità delle fibre in tutta la lunghezza dello strip. Le fibre seguono l’ingrossamento del nodo e verrebbero tagliate dalla pialla nella fase successiva. La raddrizzatura a caldo evita questa situazione.
Il procedimento è lungo, snervante e non privo di rischi. Il legno può essere modellato con il calore. Non entriamo nel dettaglio del processo chimico per cui questo avviene ma dovrebbe essere a causa della movimentazione delle molecole della lignina che reagisce così alle alte temperature. Con una lampada a petrolio, vecchio stile, o con sistemi più moderni che generano aria calda si rendono malleabili gli strip e si forzano nella nuova direzione fino ad ottenere una soddisfacente rettilineità.


Lumino
Lumino utilizato per modellare gli strip.

Il fuoco o l’aria calda carbonizzano parte del legno ma queste bruciature verranno eliminate successivamente dalla piallatura. I rischi che si corrono nascono dalla possibilità di carbonizzare le fibre o di romperle in fase di piegatura per non averle riscaldate a sufficienza. Solo una buona dose di esperienza e di strip sciupati fornisce la capacità di superare indenni questa fase. Le scottature alle dita sono una condizione ordinaria cui non è dato far caso.

Sei qui: Home