SCREEN

Layout

Cpanel

Tungsten Bead J-Parker

 PDF down                                                                                                                                         

 

 

TEST PIPAM Testo e foto di Antonio Napolitano (FlyAenne)

TUNGSTEN BEADS J-PARKER AZIENDA DISTRIBUTRICE : ERREPI UDINE - www.errepiudine.com
TEST A CURA DELLA REDAZIONE DI PIPAM - www.pipam.it

 
 banner errepiudine 200x76
 
TestTungPARKER 01

Oggi la tecnica della pesca a ninfa occupa una fetta importante del mondo della pesca a mosca, nuove tecniche, nuovi approcci e sopratutto nuovi materiali hanno permesso di sviluppare in modo serio e approfondito questa tecnica di pesca che è divenuta anche una delle più efficaci.
Se parliamo di ninfe e della loro efficacia, non possiamo non considerare uno dei materiali che ha letteralmente stravolto il modo di intendere questa tecnica, portando “finalmente” le ninfe a sondare i vari strati dei fondali permettendo a noi pescatori, in determinate situazioni, di essere effettivamente in pesca : IL TUNGSTENO

 
TestTungPARKER 02
 

Le beads in tungsteno, grazie al loro peso specifico, permettono ai nostri artificiali di affondare molto di più e molto più rapidamente, questo significa, in determinate situazioni ovviamente, essere davvero in pesca e non semplicemente lanciare in acqua un imitazione di ninfa aspettando che succeda qualcosa. Un altro elemento molto importante da prendere in considerazione, è il colore delle beads, spesso assistiamo ad evidenti rifiuti o nonostante le nostre passate fossero giuste ed avessimo la certezza della presenza di pesci, non riusciamo a catturare nulla.Ci sono situazioni in cui sarebbe meglio evitare colori accesi, (ad esempio nei no kill molto battuti i pesci hanno imparato a riconoscere le ninfe con spot fluo) e in quel caso una bead nera,grigia o dai colori più spenti potrebbe fare la differenza. E' altrettanto vero che ci sono giornate e contesti in cui sono proprio i colori più accesi e appariscenti a fare la differenza, quindi, è buona regola, quando acquistiamo le beads in tungsteno, farne un’ampia scorta e allargare il più possibile il mix dei colori e delle taglie, saremo poi noi ad adattarle alle situazioni e adottare il giusto approccio.

TestTungPARKER 03
 

Attenzione però, non tutte le beads sono valide e non tutte rispondono alle caratteristiche per le quali scegliamo quelle in tungsteno.
Il primo test che possiamo fare (che è anche quello più facile ed immediato) per capire se il materiale di cui è composta la bead è realmente tungsteno, è di avvicinare una calamita alla bead e più questa verrà attratta, meno sarà la percentuale di tungsteno in essa contenuta.
Un altro elemento che contraddistingue le beads di buona qualità è la tenuta del colore nel tempo, se dopo 4-5 uscite di pesca notiamo che le nostre ninfe hanno perso gran parte del colore di origine ritrovandoci con beads letteralmente "sverniciate, probabilmente avremo acquistato un prodotto di scarsa qualità (almeno per quanto riguarda la verniciatura).

 
TestTungPARKER 04
 

Quale diametro dobbiamo acquistare?
Beh, dipende dalla misura degli ami che utilizziamo, e da quanto in profondità intendiamo pescare. In rete ho trovato queste sue tabelle che indicano la misura di amo corrispondente a rispettivi diametri di beads e personalmente le trovo abbastanza attendibili per avere un idea su cosa acquistare.
Le beads che ho testato (tranne il modello Rainbow) sono slotted e le preferisco alle classiche, permettono di essere infilate più agevolmente anche su ami dalla curva particolalmente stretta, ami jig o su ami con ardiglione (per chi ancora li usa).

TestTungPARKER 05
 

Come si può notare dalle foto, le beads della J-PARKER distribuite da ERREPI UDINE testate sia al morsetto che in pesca, hanno risposto più o meno alla stessa meniera, mostrando tracce di usura e perdita di vernice più o meno allo stesso modo, probabilmente il motivo è dovuto al fatto che fossero smaltate e non anodizzate ma non sono un tecnico per cui lascio al produttore il compito di approfondire questo aspetto.
C'è da dire anche che durante le mie uscite ho volutamente esasperato il loro utilizzo facendole saltellare sui sassi e utilizzandole in maniera davvero intensiva ed estrema per capirne il limite, per cui credo che tutto sommato abbiano fatto il loro dovere.

TestTungPARKER 06
 

I modelli “BLACK NICKEL” e “GOLD” mi hanno soddisfatto particolarmente, infatti a parità di trattamento , di uscite di pesca e devo dire anche con maggiori catture, non hanno riportato particolari segni di usura ponendole sicuramente su di un livello qualitativo più alto.

 

TestTungPARKER 07

 

Non so spiegare il motivo di questa cosa , se dipenda dal tipo di vernice o tecnica di verniciatura o se sia del tutto casuale ma confermo con assoluta certezza che questi due modelli hanno una durata più lunga rispetto alla media, non che le altre non siano valide, ma è vero anche che i modelli METALLIK RED e METALLIK GREEN hanno mostrato i primi segni della battaglia già alla seconda uscita per cui personalmente non mi hanno convinto.

 

TestTungPARKER 08

 

Per tutte, il test della calamita è stato pienamente superato e anche alla bilancia hanno dato un ottimo riscontro.
Trovate queste beads sul sito di ERREPI UDINE – store.errepiudine.com ad un prezzo compreso tra i € 4,20 e € 4,90 per confezione da 30 pz.

 

TestTungPARKER 09

Antonio Napolitano (Flyaenne)
@Flyfishingadventures


© PIPAM.it
 

PDF down

PIPAM Shop ...

Novità TroutLine - Scarponi da pesca Patagonia – Review

TroutLine200x76
Sconto del 15% su TUTTI i prodotti per il mese di agosto !!!!

Scarponi da pesca Patagonia – Review
Leggi tutto...

.... NEWS !!!

Sei qui: Home Fly Magazine Tested Tungsten Bead J-Parker